Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Teatro in Toscana: gli spettacoli e gli eventi online dal 20 al 27 marzo

20 Marzo 2021 - 27 Marzo 2021 ore 23:59

AREZZO

Officine della Cultura

In attesa del ritorno in sala, prosegue con il secondo e ultimo appuntamento online la Stagione del Teatro Verdi di Monte San Savino, in collaborazione con Fondazione Toscana Spettacolo. Luca Roccia Baldini è il direttore artistico, con Amanda Sandrelli, del teatro savinese.

Lunedì 22 marzo alle ore 18.30 e 21.30, in doppia replica, un evento in streaming firmato da Kantestrasse e Straligut, ‘OZz’ ispirato a ‘The Wonderful Wizard of Oz’ (‘Il Mago di Oz’) di L.Frank Baum. La regia è di Lorenzo Donnini e Simone Martini, che ne è anche interprete insieme a Elisa Vitiello e Alessio Martinoli. ‘OZz’ è il primo esperimento di opera digitale della compagnia KanterStrasse. Un progetto multimediale che unisce in sé teatro, cinema e illustrazione animata: tanti linguaggi per provare a raccontare uno dei classici per l’infanzia della letteratura americana,  pubblicato per la prima volta nel 1900. Durante la visione, in determinati momenti, sarà possibile per lo spettatore fare delle scelte, oppure vedere piccoli approfondimenti sul tema o sul personaggio in questione. Alla fine, il regista, in video, sarà disponibile per parlare con gli spettatori.

Gli eventi saranno visibili in streaming sulla piattaforma www.ilsonar.it, in diretta dal Teatro Verdi di Monte San Savino. Costo del biglietto 5,00€. Info e prenotazioni: 0575.27961 – 338.8431111 – biglietteria@officinedellacultura.org.

FIRENZE

Maggio Musicale Fiorentino

Proseguono le offerte online del Teatro del Maggio, che non dimentica il suo pubblico e presenta una Stagione Sinfonica in streaming.

Fino al 10 aprile è disponibile il concerto registrato il 10 marzo, con Zubin Mehta alla testa dell’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino e Rudolf Buchbinder come solista al pianoforte. Il programma prevede la prima esecuzione assoluta di ‘Beethoven e la primavera ritrovata’ di Fabio Vacchi, una Commissione del Maggio Musicale Fiorentino per il periodo marzo – maggio 2020. Seguirà l’Ouverture da ‘Le nozze di Figaro’ e altre due composizioni di Wolfgang Amadeus Mozart: la ‘Sinfonia in sol minore K. 550’ e il ‘Concerto in re minore K. 466’ per pianoforte e orchestra.

Domenica 21 marzo alle ore 11 sarà registrato il nuovo appuntamento, in streaming dal Teatro del Maggio. Alla testa del Coro e Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino ci sarà il maestro Manfred Honeck, per i brani di Boulanger e Mozart la voce sarà quella del soprano Francesca Aspromonte. Il denso programma prevede: Franz J.Haydn, ‘Sinfonia in re maggiore’ Hob. I:93; Anton Bruckner, ‘Locus iste’, graduale in do maggiore per coro; Lili Boulanger, ‘Pie Jesu’ per soprano, organo, arpa e archi; Gabriel Fauré, ‘Cantique de Jean Racine’ op. 11 per coro, arpa e archi. E infine tre composizioni di Wolfgang A.Mozart: ‘Laudate Dominum’ da ‘Vesperae Solennes de Confessore’ K. 339 per soprano, coro, fagotto, organo e archi; ‘Ave verum corpus’, mottetto in re maggiore K. 618 per coro, organo e archi e ‘Sinfonia in mi bemolle maggiore’ K. 543.

ll concerto viene trasmesso in streaming gratuito sul sito del Maggio.

Parrole di Suono – Tempo Reale

A cura di Tempo Reale, un ciclo di incontri e lezioni online di stampo divulgativo sui temi del suono e dei linguaggi della nuova musica. Studiosi internazionali e docenti italiani si alternano, con lo scopo di offrire un’ampia visione panoramica, raccontando il suono da una molteplicità di prospettive: non solo infatti quella della ‘musica’, ma anche quella del teatro, dell’arte visiva, dell’antropologia, dell’informatica.

Sabato 20 marzo alle ore 15 ultimo appuntamento: è la volta di Stefano Zenni sul tema ‘The sound of jazz’. Tecniche, pratiche e significati della sonorità del jazz.

Incontri e lezioni online su Zoom, Facebook e YouTube.

Per info: temporeale.it/news/parrrole-di-suono/. Per iscriversi al webinar: corsi@temporeale.it

Musiche di Libertà nel Granducato

Un Convegno storico-musicale inserito nel calendario degli eventi per la celebrazione della Festa della Toscana 2020, realizzato dal Comune di Borgo San Lorenzo e dalla Camera dei Bardi con la compartecipazione del Consiglio Regionale della Toscana.

Domenica 21 marzo 2021 alle ore 17.00, in streaming dalla Sala Galileo di Villa Pecori-Giraldi, si comincia con la relazione di Sabrina Malavolti Landi sulla figura del Granduca Pietro Leopoldo e il Codice Leopoldino del 30 novembre 1786, analizzando poi la Costituzione Italiana, la Convenzione Europea e la Carta dei Diritti della UE. Al termine l’Ensemble strumentale e vocale ‘Camerata de’ Bardi eseguirà quattro significative pagine di compositori europei ed internazionali che sottolineano, con forza, la conquista di questi diritti. I brani sono: ‘Hymn to Liberty’ del compositore e violinista ungherese Edouard Reméneyi, ‘Melody of Peace’ del compositore australiano Felix Le Roy, ‘A Prayer for Peace’ del maestro organista e compositore inglese William Crotch e ‘Peace on Earth’ della compositrice statunitense Amy Mercy Cheney Beach. La Camerata dei Bardi è costituita dal soprano Sumiko Okawa, da Debora Tempestini al pianoforte, da Roberta Malavolti Landi al violino e dalla sorella Sabrina Malavolti Landi al clarinetto.

Appuntamento gratuito sulla pagina facebook della Scuola Comunale di Musica di Borgo San Lorenzo della Camerata de’ Bardi, al seguente link https://it-it.facebook.com/camerata.debardi.1/

Red carpet women

Si conclude il format ideato e condotto da Katia Beni in collaborazione con Start.Tip e Fondazione Toscana Spettacolo. ‘Red Carpet Women… e il tappeto lo porta lei’ è un programma di approfondimento sul teatro, incentrato sulle fragilità e disuguaglianze che la pandemia ha fatto emergere, anche in ambito artistico: più che incontri veri e propri si tratta di ‘duetti’ tutti al femminile.

Dopo Maria Cassi, Beatrice Visibelli e Daniela Morozzi, lunedì 22 marzo alle ore 21.15 Katia Beni interagisce con l’amica Anna Meacci in un duetto registrato a febbraio all’interno del Teatro Comunale di Rapolano Terme. Le due artiste toscane sono legate da un antico sodalizio artistico che le ha viste spesso insieme sul palcoscenico, entrambi capaci di giocare con il pubblico e farlo divertire coinvolgendo gli spettatori attraverso improvvisazioni, sketch di repertorio in assolo o in coppia, brani inediti e cavalli di battaglia tratti dai numerosi spettacoli cult: ‘Ticket&Tac’, ‘Scoop’, ‘Non c’è duo senza te’ e l’ultimo ‘The best of’.

Tutte le puntate saranno visibili gratuitamente sul canale YouTube di Fondazione Toscana Spettacolo Onlus per 72 ore dalla data di inizio. Questo incontro è anche sulla pagina Facebook del Teatro del Popolo di Rapolano Terme.

Fuoricentro – Racconti urbani

Teatro, circo e narrazione: lo spettacolo continua ad essere protagonista nei quartieri periferici di Firenze con i laboratori di FuoriCentro, gratuiti e aperti a tutti. ’Racconti Urbani’, il progetto di ARIA Network Culturale, Fa.R.M. e ASD Giocolieri e Dintorni realizzato nell’ambito del bando ‘PARTECIPAZIONE CULTURALE’ e di Casa SPA viene proposto con cadenza settimanale per tre mesi.

Martedì 23 marzo presso l’Ex-Fila nel Quartiere 2. Qui, Davide Bianchi (in arte Giulivo Clown) e Natalia Bavar (Cirk Fantastik) propongono laboratori di circo e narrazione rivolti ai bambini dai 3 ai 6 anni (dalle 16.30 alle 17.30) e dai 6 ai 12 anni (dalle 17.30 alle 18.30). In entrambi i casi è richiesta la presenza dei genitori.

Giovedì 25 marzo dalle ore 16.30 l’iniziativa viene riproposta anche nel Quartiere 3 al Centro Incontri del Teatro Lumiere, ma in questo caso coinvolgerà gli adolescenti dai 13 anni in sù, e insieme a Natalia Bavar sarà presente Lapo Botteri di Circo Tascabile/Circo Mob.

Mercoledì 24 marzo dalle 16.30 nei Quartieri 4 e 5 sono di scena teatro e narrazione presso ‘La Carrozza di Hans’ nel Quartiere 4. Fiamma Negri e Giusi Salis di Fa.R.M. – Fabbrica dei Racconti e della Memoria, proseguono il percorso iniziato nella precedente edizione in cui le arti e la narrazione scoprono e creano relazioni. Con loro prosegue la scrittura di un testo da completare e portare in scena in questa seconda edizione.

Giovedì 25 marzo alle ore 17.30 i laboratori di teatro con Fa.R.M. sono proposti anche nel Quartiere 5 al centro ‘Il Tabernacolo’.

Tutte le attività si svolgono in presenza ma in conformità delle normative vigenti e future riguardanti l’emergenza Covid-19.

Mappe di un nuovo mondo

In occasione del Dantedì e della Giornata Mondiale del Teatro, il Teatro della Pergola riapre per tre giorni le prenotazioni per le Consultazioni poetiche e musicali al telefono. Il progetto, svolto in partenariato con il Théâtre de la Ville di Parigi, è stato portato avanti in Italia, a partire da maggio 2020, durante tutti i mesi di lockdown e della conseguente sospensione forzata delle attività teatrali, registrando un grande successo.

Nei giorni di giovedì 25, venerdì 26 e sabato 27 marzo dalle ore 17 alle ore 19 tre attori e due musicisti saranno a disposizione in veste di ‘medici’ per offrire un ‘consulto’ e una ‘prescrizione per l’animo’ a chiunque lo vorrà. Le Consultazioni sono gratuite e aperte a tutti e si svolgeranno al telefono. Ciascun ‘consulto’ avrà una durata di 20 minuti circa.

Per partecipare è necessario prenotarsi qui specificando fascia d’età (ci saranno anche consultazioni specifiche per 8/12 anni e 13/16 anni), telefono, mail, Paese e città in modo da scegliere data, orario e lingua della conversazione. Per informazioni è attivo l’indirizzo mail: consultazioni@teatrodellatoscana.it

LIVORNO

Opere in corso d’Opera

Il palcoscenico del Teatro Goldoni si anima nuovamente nel segno della lirica con la rassegna ‘Opere in corso d’Opera’. Si tratta di quattro realizzazioni sceniche ed in costume, appositamente create e dedicate ai momenti più drammatici e coinvolgenti di capolavori del melodramma di autori come Puccini, Verdi, Rossini e Mascagni. Le produzioni, della durata di circa 40 minuti, non si limitano alla sola messinscena ma permettono allo spettatore di vedere tutte le fasi che precedono la rappresentazione, seguendo gli artisti ‘minuto per minuto’: dal loro arrivo in teatro, all’incontro col regista, alle prove musicali con il maestro concertatore al pianoforte, fino al trucco e alla prova costume che precedono l’esecuzione finale. Una prospettiva della lirica che difficilmente è possibile vedere.

Dopo ‘Bohéme’, venerdì 26 marzo alle ore 18 tocca a ‘Rigoletto’ di Giuseppe Verdi di cui si presenta ‘Un dì, se ben rammentomi…’, tratto dalla scena III dell’Atto III. La regia è di Giulia Bonghi. Le voci sono quelle di Carlo Morini (Rigoletto, baritono), Barbara Luccini (Gilda, soprano), Giorgio Casciarri (Duca di Mantova, tenore), Diana Turtoi (Maddalena, soprano). Al pianoforte Laura Pasqualetti. In collaborazione con Polo Nazionale Artistico – Verona Accademia per l’Opera Italiana

È possibile seguire lo spettacolo in streaming gratuito sul canale YouTube del Teatro Goldoni.

I Malavoglia – Testimonianze

Prosegue il progetto di Michele Santeramo per il Teatro De Filippo di Cecina, incluso nel cartellone virtuale ‘Così remoti così vicini’ di Fondazione Toscana Spettacolo. Lo spettacolo è strutturato come una serie di testimonianze che si intrecciano con i temi, la trama e le suggestioni del romanzo.

Sabato 27 marzo alle ore 18 viene proposta la 3ª testimonianza. Le testimonianze sono brevi archi di storie che costruiscono un unico percorso narrativo e corale. Lo spettacolo così costruisce un percorso che può essere seguito sia per singole puntate sia come un unico arco narrativo sui social e sui canali delle differenti piattaforme digitali. Quasi come fosse un puzzle.

Lo spettacolo è preceduto alle ore 17 da un incontro con la compagnia e con Michele Santeramo in diretta sulla pagina Facebook del Teatro De Filippo.

Le puntate sono diffuse sul canale Youtube del Teatro De Filippo di Cecina.

PISA

#Teatrodigitale

Il Teatro Nuovo continua a resistere attraverso la nuova rassegna di teatro digitale per il mese di marzo con la compagnia teatrale Voci Sbagliate e tre spettacoli, a cui si unisce una rassegna di 4 spettacoli per le scuole.

Per gli adulti, sabato 20 marzo alle ore 19.00 secondo appuntamento con ‘Giufà. Le folli avventure di un ragazzo che non voleva crescere’ per la regia di Marino Nieddu. Con Fabio Pagano e Luigi Petrolini, musiche ed effetti sonori di Fausto Caricato. Si prosegue venerdì 26 e sabato 27 alle ore 21.30 e domenica 28 marzo alle ore 19.00 con ‘Il pane e la Sassata’: presentazione del nuovo album di tradizione popolare in chiave folk, blues e rock de La Serpe d’Oro, storica formazione toscana folk rock. Alla voce, chitarra e ghironda Igor Vazzaz, alla fisarmonica, percussioni e sonaglio Fabio Bartolomei, al contrabbasso Jacopo Crezzini, al mandolino e prispolo Andrea del Testa, al violino Flavio Iacopi.

La rassegna per le scuole prosegue invece martedì 23 e mercoledì 24 marzo alle ore 10.30 con ‘La nostra maestra è un troll’, produzione Fontemaggiore e regia di Sandro Mabellini. In questo spettacolo, rivolto anch’esso alle primarie, Liliana Benini e Edoardo Chiabolotti vestono i panni di Alice e Teo, due bambini che si ribellano al regime instaurato dal nuovo “preside – troll”.

I biglietti sono acquistabili sul sito www.teatronuovopisa.it.

Info: 392.3233535 – teatronuovopisa@gmail.com

PRATO

Il giornalino di Maigret

Il commissario Maigret, Gian Burrasca, i protagonisti del libro “Cuore”, scorci della città di Prato, si ritrovano insieme ad altri personaggi dentro a ‘Il giornalino di Maigret’, una parodia in bianco e nero dei vecchi sceneggiati italiani anni ‘60. Lo sceneggiato è un’opera originale del Gruppo di Lavoro Artistico e del drammaturgo Armando Pirozzi che si immagina un’inchiesta di Maigret nel collegio di Gian Burrasca, dove, tra l’altro, i bambini sono costretti a mettere in scena i racconti mensili del libro “Cuore”.

Venerdì 26 marzo alle ore 21.20 va in onda il terzo episodio, ‘L’acchiappafantasma’. Gian Burrasca torna da Maigret. Stavolta non ha solo visto l’ombra, ma nella sua stanza è scomparso il diario. Gian Burrasca sospetta che sia proprio opera dell’ombra. Maigret riparte con le indagini. Si traveste da bidello ma in una versione improbabile, cioè da paggetto del settecento con tanto di fluente parrucca bianca… La regia è di Roberto Latini, gli interpreti sono Luca Zaccini (Maigret), Paola Tintinelli (Giamburrasca), Francesco Rotelli (Moglie/Direttrice), Francesco Pennacchia (Direttore/Maestrina), Oscar De Summa (Franti) e ancora Roberto Abbiati, Monica Demuru e Massimiliano Civica.

Le riprese sono state girate a Prato e le quattro puntate vanno in onda su TV Prato, media partner del progetto, una volta al mese e sono caricate anche sul canale YouTube del Metastasio.

SIENA

Chigiana Digital

La Chigiana celebra il centenario dalla scomparsa del grande scrittore senese Federigo Tozzi (1883-1920) con un’originale produzione video trasmessa in anteprima sulla piattaforma Chigiana Digital.

Domenica 21 marzo alle ore 21.15 dalle sale di Palazzo Chigi Saracini ascolteremo musiche a cavallo fra Otto e Novecento eseguite al pianoforte da Guglielmo Pianigiani. Le suggestioni sentimentali di Edvard Grieg e di Fryderyk Chopin colorano i ricordi di notti inquiete, mentre il dissidio fra amore e misantropia si rispecchia nei contrasti musicali congegnati da Alfredo Casella. Le note fanno da contrappunto alle pagine di Federigo Tozzi recitate da Angelo Romagnoli. Alla serata partecipa Riccardo Castellana, direttore dell’edizione nazionale dell’opera omnia di quello che è riconosciuto come il più importante scrittore senese.

Anteprima sulla piattaforma Chigiana Digital (digital.chigiana.org) e su tutti i canali dell’Accademia, in seguito il video sarà trasmesso in replica da Canale 3 e Radio Siena TV, che nella giornata di domenica dedicheranno allo scrittore parte della loro programmazione, con conversazioni, interventi dei membri del comitato e documenti speciali.

Capolavori in ballo

Una nuova proposta del progetto ‘Così remoti, così vicini – Nuove idee per un teatro a distanza’ sostenuto da Fondazione Toscana Spettacolo. In questo caso si tratta di una produzione della compagnia Motus in collaborazione con la Pinacoteca Nazionale di Siena, che ospita i danzatori.

Venerdì 26 marzo alle ore 21.15 va in scena ‘Capolavori in ballo’, coreografia di Martina Agricoli e Simona Cieri, interpreti Ilaria Fratantuono e Mattia Solano, regia di Rosanna e Simona Cieri. Lo spettacolo vuole rileggere l’arte del passato attraverso gestualità contemporanee dove passato, presente e futuro convivono unite da forti vincoli. I movimenti dei danzatori della Compagnia, ricchi di citazioni e metafore, si snodano lungo le sale dei palazzi Buonsignori e Pannocchieschi e guidano gli spettatori in un viaggio alla scoperta di particolari e dettagli dei molti capolavori che costituiscono le collezioni della Pinacoteca. Non una visita guidata tradizionale ma piuttosto un’opera video che, attraverso la danza, collega l’oro di Duccio col bleu di Simone Martini, le trasparenze di Beccafumi con il manierismo del Sodoma, ricordando a chi guarda che questo nutrimento per la mente, sottrattoci per quasi un anno da una pandemia devastante, è altrettanto indispensabile del cibo quotidiano.

Lo spettacolo è visibile sul canale YouTube Alfieri Tv del Teatro Alfieri di Castelnuovo Berardenga.

In Chiostro

La cultura non si ferma a Monteriggioni, dove si è alzato di nuovo il sipario di un palcoscenico multimediale con otto eventi che uniranno storia, teatro, musica e laboratori per bambini. Gli appuntamenti sono registrati nel Complesso monumentale di Abbadia Isola e il cartellone è organizzato dal Comune con la collaborazione di Monteriggioni AD1213 e della Fondazione Toscana Spettacolo Onlus.

Sabato 27 marzo alle ore 21 nuova tappa del progetto con ‘La storia di Abbadia a Isola’, che accompagnerà lo spettatore in un viaggio all’interno della storia dell’abbazia attraverso le parole del pittore e miniatore Sano di Pietro (Siena, 1405 – 1481), autore del polittico raffigurante la ‘Madonna col bambino’ conservato ad Abbadia Isola. L’appuntamento fa parte della rassegna ‘In Chiostro’ prodotta da Lo Stanzone delle Apparizioni con letture, immagini e musiche dal vivo.

Gli spettacoli sono disponibili in streaming sul canale YouTube Monteriggioni Cultura e sulla Pagina Facebook Monteriggioni Turismo.

Comments are closed.