Intervista al Presidente dell’Ass. Jazz Club of Vicchio, Filippo Carlà Campa

30343__sassofono_sax_musica_jazz

Siamo con Filippo Carlà Campa presidente della associazione Jazz Club of Vicchio, 2 parole sulla associazione?

Il Jazz Club ha compiuto 20 anni di vita lo scorso anno, Etnica è giunta alla sua XXI edizione con una media di 10.000 persone ad edizione in questi anni abbiamo organizzato oltre 100 concerti con artisti di calibro internazionale.

Ho notato che quest’anno avete usato un nuovo slogan che accompagna il nome storico della manifestazione?

Si quest’ anno sarà: “Etnica. La Festa dei Sentimenti”; cosi abbiamo voluto definire questa XXI edizione, perché la musica, l’arte, l’amicizia, l’integrazione, una comunità come la nostra, un’associazione come la nostra sono prima di tutto sentimento.Ho sempre creduto nelle associazioni e nell’associazionismo che ritengo qualcosa di grandioso. Sono il motore di un paese e offrono la possibilità ad ognuno di noi di esprimere le proprie passioni e spesso anche i propri talenti.  

Un percorso lungo come avete fatto a rimanere” integri” per tutti questi anni, non è una cosa comune per una associazione di volontariato come la Vostra?

Se siamo arrivati fino a qui lo dobbiamo, alla forte amicizia che unisce tutti i volontari che senza sosta hanno fatto si che questa manifestazione potesse essere realizzata ,al nostro Direttore Artistico Nicola Cipriani che riesce sempre a trovare oltre che hai nomi “famosi” anche piccole perle musicali,alle Amministrazioni comunali che si sono susseguite e che ci hanno sempre sostenuto, al tessuto produttivo del paese, ai commercianti e alla popolazione sempre disponibile a chiudere un occhio e un … orecchio, quando le note di qualche musicista andavano oltre l’orario consentito.

Quest’anno Etnica coincide con la festa del patrono di Vicchio san Giovanni ,sarà una giornata importante e piena di iniziative?

E’ con vero piacere che quest’anno ci sia questa bella coincidenza, un particolare ringraziamento va ai sacerdoti ed alla parrocchia che hanno sempre sostenuto questa nostra iniziativa; e proprio il 24 giugno San Giovanni festeggeremo tutti insieme. Il programma delle manifestazioni si concluderà con i tradizionali fuochi di artificio dal campanile, in piazza Giotto.

Qualche nome che ascolteremo nella XXI Edizione di etnica?

Con piacere e con molta emozione avremo Gino Paoli e Danilo Rea,in uno spettacolo unico dal titolo “Due come Noi” poi la Bandabardò, i Funk Off, che in questo 2018 compiono 20 anni, e tante altre iniziative che è possibile leggere sul nostro sito we sulla pafina facebook . Ci saranno anche spazi dedicati ai giovani, al collezionismo, all’arte di strada; vi sarà pure la presentazione di un libro scritto da Bruno Becchi sulla storia dell’Ottocento e del Novecento. 

Una domanda un po “scomoda”. Come pensate di gestire la Direttiva sulle manifestazioni pubbliche nota come circolare Gabrielli?

 Direi che la domanda non è affatto scomoda, anzi mi dai la possibilità di ribadire che tale circolare nonostante le difficolta per poterla attuare e il grosso aggravio economico tutto a carico della nostra associazione, garantisce una sicurezza per i partecipanti alla manifestazione senza precedenti, sarà infatti presente un servizio di vigilanza con personale specializzato che garantirà tale sicurezza durante tutta manifestazione. La novità è che per entrare dentro il centro storico , ad Etnica, quest’anno chiediamo un contributo di 1 euro con regolare biglietto Siae, nei giorni di giovedi 21 venerdi 22,sabato 23 e dom3nica 24, mentre per i concerti di Gino Paoli e Bandabardò l’ingresso sarà solo a previo pagamento del biglietto. Certo è che dopo venti anni di festival completamente gratis questa per noi è una “svolta epocale”, ma credo che chi ama Etnica e ci ha sempre sostenuto sarà ben felice di contribuire alla buona riuscita del nostro festival.

Tengo ancora a precisare che il biglietto simbolico di 1 euro è un contributo che serve per sostenere l’aumento dei gravosi costi imputabili alla “circolare Gabrielli”.

Un ultimo pensiero ?

Non mi resta che augurarvi Buona Etnica, La Festa dei Sentimenti!

 

Facebook Comments