Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Rumori di telaio – Teatro Magnolfi, Prato

27 Novembre 2022 ore 18:00

 

Il 27 novembre al teatro Magnolfi di Prato debutta lo spettacolo teatrale Rumori di telaio, opera prima drammaturgica di Piero Ianniello per la regia di Mike Ricci, realizzato sotto l’egida della rivista culturale Skeda.

Rumori di telaio è uno spettacolo ad ingresso gratuito che tratta il tema del lavoro, dello sfruttamento, della sicurezza sul lavoro.

Scheda dello spettacolo Rumori di telaio

Rumori di telaio non è solo uno spettacolo sulla storia del tessile; è uno spettacolo sulla storia in generale, che mette in evidenza come la storia si ripete, riproponendo le stesse fondamenta e solo cambiando l’abito esterno.

Da qui il titolo: rumore di telaio, una ripetizione costante degli stessi suoni.

Insomma, ciò che si dice ai lavoratori del tessile di oggi (per lo più cinesi), non è diverso da quel che dicevano ai lavoratori di 50 anni fa (per lo più pratesi).

In quegli anni ’70 ci fu un giornalista della rivista francese Elle che venne a Prato a studiare quel boom dell’industria tessile di cui si parlava in tutta Europa.

Il reportage che scrisse parlava di persone che lavoravano 16 ore al giorno, di case che diventavano piccole fabbriche, di lavoro minorile, di scarsa sicurezza del lavoro.

Sembra di leggere esattamente le stesse cose che si dicono oggi del tessile gestito dalla comunità cinese.

E pensare che prima ancora di Prato, tutto ciò accadeva altrove: se si leggono le relazioni dei servizi sociali americani di inizi ‘900, quando gli assistenti sociali visitavano le case/laboratori degli italiani, si ritrovano esattamente gli stessi elementi.

Prima ancora, se si vuole, lo stesso accadeva tra gli operai della rivoluzione industriale inglese del 1700.

E nello spettacolo si immagina che in un prossimo futuro le stesse cose verrano dette a qualcun altro, magari proprio dalle persone che oggi invece se lo sentono dire!

L’aspetto linguistico

Accanto al nucleo tematico centrale dello spettacolo, c’è un’attenzione all’aspetto linguistico. Ogni epoca storica è caratterizzata da influenze linguistiche che sono rappresentative dei fenomeni sociali.

Così nell’America di inizi ‘900 gli italiani usavano parole inglesi che venivano italianizzate (per esempio giobba, da job. Smatto, da smart e così via).

Nella Prato degli anni ’60, accanto alla lingua tipica pratese si affacciano parole e concetti nuovi, come qualità, tessuto che prendeva il posto di stracci.

Poi nella scena della Prato contemporanea, sia la lingua pratese che quella cinese si permeano di parole dell’altra lingua, in un normalissimo fenomeno di commistione linguistica.

Da qui l’ipotesi della lingua del futuro: un italiano con influenze cinesi, pratesi antiche, e inglesi.

Info utili

Domenica 27 novembre ore 18, Teatro Magnolfi di Prato, ingresso gratuito


Info: 339.3368992

Vai alla mappa

Dettagli

Data:
27 Novembre
Ora:
18:00 - 20:00
Categorie Evento:
,
Comments are closed.