Al Gambrinus poesia e satira in vernacolo pisano

1 min read
Commenti disabilitati su Al Gambrinus poesia e satira in vernacolo pisano
0
274

Sabato 17 alle 21,15 alla Polisala Gambrinus di Borgo a Buggiano torna con uno spettacolo tutto loro il gruppo di vernacolisti pisani Poesie a Veglia, già ospiti sempre al teatro borghigiano durante il recente concorso/spettacolo “il Declamautore” e il premio internazionale di poesia Coluccio Salutati, voluti dal suo presidente Sileno Lavorini e soprattutto dall’affetto da parte del pubblico del Gambrinus. Lo spettacolo è una carrellata di poesie in vernacolo e in lingua, prosa e canzoni; “sarà senz’altro una serata divertente” dice Aldo Baiocchi presidente dell’Associazione e conduttore della serata “dove la poesia farà trascorrere due ore diverse, fra satira e riflessione”. Il gruppo culturale “Poesia a Veglia” è composto da Aldo Baiocchi, Luciano Testai, Domenico Bertuccelli detto Gavorchio, Vittorio Baccelli, Mario Pellegrini, il duo tosco-sardo Fabrizio Pardi e Giuseppina Nieddu, Farbizio Statizzi, Franca Neri, Cristiano Baiocchi, Walter Salis, Diana Meini, Alessandro Bartolini, olinto Guerrini, Dina Cosci e Milena Puglia. Conducono Aldo Baiocchi e Luciano Testai. L’ingresso è libero.
Load More Related Articles
Load More By eventiintoscana
Load More In Teatro
Comments are closed.

Check Also

“Tutta colpa di Dubai”, il nuovo romanzo di Melissa Sinibaldi

E’ stato presentato martedì 20 luglio alle 21.30 in piazza della Palma nell’ambito delle i…