Speciale Feste e Palii – Maggio 2017

0
0
Feste e Palii_650x300_MAGGIO17_feste

a cura di Debora Chioccioli e Francesco Gerardi

Comincia la stagione delle rievocazioni storiche, delle feste religiose e dei palii, le città e i paesi toscani si tingono dei colori degli antichi stendardi, per le vie passeggiano dame e cavalieri, nell’aria rieccheggiano le note dei musici e ad ogni angolo (ri)aprono le antiche botteghe degli artigiani. È il momento dell’anno ideale per scoprire una Toscana antica e nuova allo stesso tempo, per conoscerne e approfondirne  la storia e scoprirne angoli nascosti e preziosi : e quindi, per tutti gli amanti del Medioevo e della Toscana abbiamo raccolto gli eventi più interessanti in programma a maggio

Festa di S.Margherita e Giostra dell’Archidado

Cortona (AR), 19-20 maggio, 2-4 e 9-11 giugno

giostra dell'archidado_500x333A Cortona torna la Giostra dell’Archidado e la Festa di Santa Margherita, in piazza Signorelli. Grazie ad oltre 500 figuranti, la Giostra rievoca i fasti del medioevo cortonese. Si comincia il 19 maggio, quando dalle 21.30 alle 23, ci sarà la colata della cera, mentre il 20 dalle 16 alle 18, l’Offerta dei Ceri a Santa Margherita. L’intera settimana medievale poi si sviluppa a giugno: dal 2 al 4 con orario continuato 10-22, arriva il Mercatino medievale con artigiani e prelibatezze. Il 9 alle 21 ecco i giochi di bandiere in piazza Signorelli, mentre il 10 alle 21.15 si rievoca il matrimonio tra Francesco Casali e Antonia Salimbeni. Alle 22 sale la tensione con la Tratta delle verrette con cui si stabilisce l’ordine di tiro della Giostra dell’Archidado. L’11 giugno infine, alle 16 c’è la giostra con la sfida tra i balestrieri dei rioni che cercano di colpire il centro dei bersaglio; vince chi dopo due tornate di tiro, ha raggiunto il punteggio più alto. La sera alle 20 cena medievale in costume per festeggiare.


Assedio alla Rocca

Serravalle Pistoiese (PT), 26-28 maggio

assedio alla rocca_500x242La Rocca di Castruccio a Serravalle Pistoiese si trasforma dal 26 al 28 maggio immergendo i visitatori in una bella festa medievale. Sarà possibile rivivere i momenti dell’assedio del 1302 da parte delle truppe di Guelfi Neri, Fiorentini e Lucchesi, capitanati dal marchese Morello III Malaspina. Viene allestito un accampamento con oltre 70 figuranti, gruppi storici, macchine da assedio, mercato storico e banchi didattici. Il Borgo è allietato da coreografie pirotecniche e danze. L’assedio viene ricostruito fedelmente con arcieri, balestrieri e fanti chiamati a contendersi il castello. Di sera va in scena un epico spettacolo durante il quale il Castello di Serravalle viene bersagliato da proiettili di fuoco. Orario: dalle prime luci del mattino fino a sera.


Festa Medievale BiancoAzzurra

Castiglion Fiorentino (AR), 26-28 maggio e 1-4 giugno

poster cassero 6x3Edizione numero 16 per la Festa Medievale Biancazzurra che si svolgerà come di consueto dal 26 al 28 maggio e dall’1 al 4 giugno nella suggestiva cornice della Rocca del Cassero a Castiglion Fiorentino. In programma ci saranno duelli, spettacoli storici, ma anche giochi popolari e figuranti, oltre a taverne con prelibatezze dell’epoca e piatti tradizionali della Val di Chiana. La Rocca sarà animata da musici, danzatori, cavalieri, spadaccini e si potrà assistere agli spettacoli dei falconieri nel piazzale del Cassero.


Banchetto medievale

Castiglion Fiorentino (AR), 27 maggio

banchetto medievale_500x375Il 27 maggio nel suggestivo chiostro di S.Francesco a Castiglion F.no, si terrà la 15ª edizione del ‘Banchetto Medievale’, in cui i commensali si ritroveranno a vivere in un periodo che va dal XII al XV secolo. Ci saranno messeri e dame che accoglieranno i visitatori all’ingresso e li accompagneranno ai tavoli apparecchiati con iuta e tela grezza. Le pietanze saranno servite in cocci di terracotta e gustate con posate di legno; il tutto sarà accompagnato da brocche di vino. Nell’aria non mancherà la musica d’epoca suonata con antichi strumenti così come l’esibizione dei giocolieri, giullari, musici e sbandieratori.


Festa Medievale

Malmantile (FI), 27-28 maggio, 2-4 giugno

festa medioevale malmantile_500x429Malmantile, la frazione collinare del comune di Lastra a Signa, assumerà le sembianze di un borgo medievale del Quattrocento, il 27 e 28 maggio e dal 2 al 4 giugno. All’interno delle mura la scenografia sarà originale grazie alla presenza di oltre centocinquanta figuranti. Saranno rappresentati con cura i mestieri dell’epoca con artigiani impegnati nel lavorare carta, ceramica, terracotta, ferro, legno, pietra e paglia. Non mancheranno tessitori, pittori e scrivani. Molte saranno le taverne e le osterie nelle quali gustare i prodotti tipici, ammirare i duelli a colpi di spada, assistere al palio degli arcieri o al torneo degli sbandieratori, restare affascinati dai falconieri, dai trampolieri e dai mangiafuoco. I figuranti e gli organizzatori sono volontari della locale Misericordia ed il ricavato della Festa viene interamente destinato al potenziamento dei servizi che l’istituzione offre ai cittadini. Il 27 maggio apertura dalle 19, i restanti giorni dalle 16.


Balestro del Girifalco

Massa Marittima (GR), 28 maggio

balestro del girifalcoLa Società dei Terzieri Massetani presenta il Balestro del Girifalco due volte l’anno, il 14 agosto e la quarta domenica di maggio. Proprio il 28 infatti prenderanno parte alla gara 24 balestrieri, 8 per ciascuno dei terzieri in cui è divisa Massa Marittima, per conquistare la freccia d’oro. La gara è preceduta da un grande corteo composto da oltre 150 persone in costumi medievali; tutti sfilano per le vie cittadine fino ad arrivare nella duecentesca piazza del Duomo. Nella gara le frecce vengono scagliate mediante la balestra antica all’italiana. La distanza tra la freccia e il corniolo, ovvero il bersaglio (13 cm di diametro e sporgente per 42 cm da una base circolare di legno del diametro di 50 cm), è di 36 metri. Al Terziere di cui fa parte il balestriere vincitore, viene assegnato il drappellone, in seta dipinta.


Serremaggio e Ciambragina

Serre di Rapolano Terme (SI), 13-21 maggio

serremaggioLa Proloco delle Serre di Rapolano, organizza dal 13 al 21 la festa di Serre Maggio, passato e futuro dentro le Mura, per ricordare la sua ‘regina’ medievale Ciambragina, sposata dal ricco mercante senese Giovanni de’ Rossi. In particolare domenica 14, sabato 20 e domenica 21 c’è la Rievocazione Storica Medievale in cui i due protagonisti torneranno a sfilare per le vie del paese con indosso sfarzosi abiti, accompagnati da vescovo, prelati, nobili sontuosamente vestiti ed anche da suonatori di liuti, ghironda e vieta; la sera la Cena Povera all’Antico granaio; mentre la sera del 13 appuntamento con la Cena dei Cavalieri.


Festa della Santa Croce

Montemurlo (PO), 3-7 maggio

festa della santa croce_500x375Dal 3 al 7 maggio torna a Montemurlo la Festa patronale della Santa Croce e la Fiera. Entrambe saranno ospitate in piazza Castello alla Rocca del paese. Il programma prevede il 3 alle 16 la Processione della S.Croce con partenza dalla Pieve di S.Giovanni Battista; il 7 dalle 9.30 c’è la rievocazione della fiera del bestiame con l’esposizione di animali, prodotti locali, antichi mestieri, stand gastronomici e una mostra di arte sacra. La sera, alle 22.30 ci sarà la rievocazione storica della presa del castello da parte di Castruccio Castracani degli Antelminelli, con la torre che va in fiamme.


Palio dei Micci

Querceta (Seravezza – LU), 7 maggio

palio dei micci_500x332Il Palio dei Micci è una sfida tra le otto Contrade di Querceta che si tiene tradizionalmente nella prima domenica di maggio. Il Palio è da sempre considerato la ‘scusa per scendere in piazza’ e contribuire a uno spettacolo in cui migliaia di personaggi in costume danno vita a una parata magnifica, accompagnata dalle melodie dei musici e dalle acrobazie degli sbandieratori. Momento clou della giornata è naturalmente il Palio, la corsa degli asini (i micci in dialetto locale). Il ricorso a questo cocciuto ed imprevedibile animale è la conferma dello spirito ‘anarchico’ dei versiliesi e della loro volontà di mettere in ridicolo la seriosità che spesso circonda queste manifestazioni (foto D’Iorio)


Palio dei Rioni

Barberino di Mugello (FI), 4-7 maggio

palio dei rioni_500x312Durante il Canta’ Maggio il paese si divide in 5 Rioni (Giudea, Girandola, Centro Storico, Badia e La Pesa), protagonisti di una sfida ‘all’ultimo gioco’. La vittoria del Palio si assegna disputando gare sempre diversissime tra loro, mai uguali a quelle dell’anno precedente. Nel 2007 gli organizzatori del Palio decisero di tornare alla tradizione, omaggiare il ‘vecchio’ dal Palio e ricominciare con la gara dei carretti allo sterzo, la corsa delle botti, la corsa del martinaccio, il tiro alla fune. La vittoria del Palio è un prestigio per i Rioni barberinesi, che puntano tutti alla ‘tripletta’ di vittorie consecutive per portare a casa l’Albero (rievocazione dell’alberello offerto all’amata per festeggiare la primavera e la fertilità), simbolo massimo del dominio nella competizione.


Palio della Madonna del Lago

Torre del Lago Puccini (LU), 14 maggio

palio della madonna del lago_500x375Ogni anno, con partenza da Torre del Lago Puccini e arrivo a Massaciuccoli, si svolge il tradizionale Palio della Madonna del Lago (detto anche Gara del Barchino). Il Palio nasce nel 1967 da un’idea di Don Pasquini, storico parroco di Massaciuccoli. Inizialmente si svolgeva in concomitanza con la festa della Madonna del Lago (il 19 luglio), ma da alcuni anni l’evento è stato anticipato a maggio per approfittare delle temperature tiepide primaverili. La traversata è lunga 4,5 km, e si svolge a bordo di imbarcazioni tipiche del territorio lacustre, ovvero piccoli barchini di legno leggero o compensato a fondo piatto con una lunghezza massima del fondo di 5 metri ed una larghezza di 70 cm. L’equipaggio è composto da due persone che remano sui due lati seguendo l’impostazione della canoa canadese.


Palio del Baluardo

Firenze, 21 maggio

palio del baluardo_500x332Il Palio del Baluardo è una gara di tiro con la versione tradizionale della balestra a braccio, composta da una gara individuale e da una a squadre. La data è scelta con l’intento di celebrare la cacciata dei Medici e la nascita della Repubblica Fiorentina, eventi avvenuti il 16 maggio del 1527. La gara si tiene accanto alla sede dei Balestrieri Fiorentini presso l’edificio storico del Bastione della Fonte di Ginevra (via Belvedere, 2), e vi partecipano balestrieri da tutta Italia. Il programma prevede le prove la mattina, a cui seguono le qualificazioni per le gare. Nel pomeriggio il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina, le finali delle gare e la premiazione.


Palio delle Contrade

Fucecchio (FI), 21 maggio

palio delle contrade_500x330Nato nel 1981 su iniziativa del gruppo Donatori di Sangue Fratres, il Palio delle Contrade è la manifestazione folkloristica più importante di Fucecchio. Protagoniste della manifestazione sono le 12 Contrade della cittadina: Borgonovo, Botteghe, Cappiano, Ferruzza, Massarella, Porta Bernarda, Porta Raimonda, Querciola, Samo, Sant’Andrea, San Pierino e Torre. La festa comincia la mattina con il corteggio storico che riempie le vie del paese con circa 1200 figuranti in costume, corteggio chiuso da un gruppo di 12 figuranti (uno per contrada) che accompagnano il Cencio (il drappello dipinto che andrà al vincitore del Palio). La corsa dei cavalli si svolge la domenica pomeriggio nell’area verde della Buca del Palio e si divide in tre parti: due batterie con sei cavalli ognuna e la finale, una sfida tra 8 cavalli (i primi quattro classificati nelle batterie). Gli altri eventi della settimana del Palio sono la presentazione del Cencio (martedì), la tratta dei cavalli (mercoledì) e le prove nella Buca del Palio (giovedì e venerdì).

Facebook Comments