Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

Le Mostre d’arte a Grosseto e provincia

01 Maggio 2024 - 31 Maggio 2024 ore 23:59

Fino al 30 Giugno

La Fabbrica del Bello

‘La manifattura di Follonica e la cultura artistica nella Toscana granducale’ sono al centro di questa mostra ospitata nelle sale della Fonderia 1, nell’area ex Ilva. Inserita nel progetto ‘Terre degli Uffizi’, l’esposizione mette al centro il sogno di Leopoldo II di Lorena di creare in Maremma una manifattura artistica e produttiva basata sulla ghisa, il materiale ‘nuovo’, figlio della rivoluzione industriale. Esposti disegni, progetti, ma anche pitture, sculture e fusioni provenienti da numerosi Fondi (Accademia delle Arti del Disegno, Archivio di Stato, Muse Stibbert, Palazzo Pitti…). L’arte è protagonista con l’opera di Lorenzo Nencini ‘San Giovanni Battista’, marmo realizzato per la chiesa di San Leopoldo. Attorno, i maestri Pietro Benvenuti, Giuseppe Bezzuoli, Enrico Pollastrini, Lorenzo Bartolini con opere pittoriche e scultoree che ben rappresentano lo spirito del tempo. La manifattura di Follonica è narrata poi attraverso le figure chiave della sua nascita e del suo sviluppo: l’ingegnere Alessandro Manetti e l’architetto Carlo Reishammer, l’urbanista Francesco Leoni, gli artisti Leopoldo Arcangeli e Amedeo Meraviglia. In mostra gli oggetti più rappresentativi della produzione follonichese in ghisa: elementi di decoro, parti architettoniche, opere d’arte nate per la riproduzione seriale, come la ‘Madonna Ilvania’.

Orario: tutti i giorni 9-20, chiuso lunedì.

Fonderia 1 – Area Ex Ilva – Follonica

Info: 0566.59027 – 366.7792947 www.magmafollonica.it


Fino al 14 Luglio

Il Sassetta e il suo tempo

‘Uno sguardo all’arte senese del primo Quattrocento’ è il sottotitolo di questa mostra a cura di Alessandro Bagnoli ospitata nei Musei di San Pietro all’Orto di Massa Marittima. Stefano di Giovanni, meglio noto come il Sassetta (attivo a Siena dal 1423 al 1450, anno della morte) è l’artista  che immise i fermenti del Rinascimento nella grande tradizione trecentesca senese, diventando così un originale interprete della pittura senese fra Gotico e Rinascimento. L’esposizione prende spunto da un’opera esposta in modo permanente in San Pietro all’Orto, una piccola tavola con l’Arcangelo Gabriele inserita nella pala con la ‘Vergine Annunciata’ oggi negli Usa. Ad accompagnare l’Angelo è un gruppo di una cinquantina di opere: ventisei del maestro senese e le altre appartenenti ad artisti attivi in quegli anni nel medesimo contesto. Tra essi il ‘Maestro dell’Osservanza’, Sano di Pietro, Giovanni di Paolo, Pietro Giovanni Ambrosi e Domenico di Niccolò dei Cori. Non solo, accanto ai prestiti di musei e istituzioni nazionale (Siena, Grosseto, Cortona…), si presenta anche un’opera inedita, riscoperta da Bagnoli sotto una pesante ridipintura seicentesca: una ‘Madonna con Bambino’ proveniente dalla pieve di San Giovanni Battista a Molli (Sovicille) ma originariamente realizzata per Siena. Una tavola di straordinaria bellezza e delicatezza a cui il restauro di Barbara Schleicher ha restituito piena leggibilità. Altre novità sono la presentazione di due nuovi artisti da lui derivati: Nastagio di Guasparre, finora noto come il ‘Maestro di Sant’Ansano’ e il ‘Maestro di Monticiano’. Non mancano opere esposte per la prima volta al pubblico.

Orario: tutti i giorni 9.30-13 e 14.30-18, chiuso lunedì.

Museo di San Pietro all’Orto – Corso Diaz, 36 – Massa Marittima

Info: 0566.906525 www.museidimaremma.it


 

Dettagli

Inizio:
1 Maggio ore 0:00
Fine:
31 Maggio ore 23:59
Categorie Evento:
, , ,
Comments are closed.