Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

Dicembre 2022 | Tutte le Mostre a Livorno e provincia

01 Dicembre 2022 ore 08:00 - 31 Gennaio 2023 ore 19:00

Dicembre 2022 | Tutte le Mostre a Livorno e provincia

Tutto ciò che è, è nella natura

dal 29 maggio all’8 gennaio 2023

La sezione di Arte Contemporanea del Museo della Città ospita la mostra dedicata a Piero Gilardi, torinese, classe 1942, uno degli artisti italiani più noti a livello internazionale tra quelli della sua generazione.

L’esposizione, curata da Gianni Schiavon, ripercorre attraverso oltre sessanta opere selezione l’intero mezzo secolo dell’attività di Piero Gilardi, a partire dalla produzione dei primi anni sessanta fino alle ultime opere realizzate nel 2021.

La mostra si affianca a quella aperta a New York ai primi di maggio, dedicata alla serie più iconica dell’artista, quella dei ‘Tappeto-Natura’, creata a partire dal 1965 come espansione delle sue sperimentazioni con il poliuretano e dedicata all’esplorazione dei temi ecologici, con una connotazione etica e politica.

A differenza di questa, la mostra di Livorno punta su un allestimento antologico, che rappresenta in maniera più ampia tutto il percorso di Gilardi. Il merito di questo allargamento va al supporto della Galleria Giraldi di Livorno con la quale l’artista piemontese ha collaborato negli ultimi sei anni, che ha permesso di attingere ad un numero di opere cospicuo.

Una delle opere esposte, ‘Gabbiani. del 2021, resterà in dono al Comune di Livorno.

Informazioni:

Orario: tutti i giorni 10-20, sabato e domenica 10-22. chiuso lunedì.

Livorno – Museo della Città, Piazza del Luogo Pio

Info: 0586.824551 – www.museodellacittalivorno.it


La Beata Riva. Gino Romiti e lo spiritualismo a Livorno

dal 6 ottobre al 16 febbraio

‘Protagonisti e Cenacoli tra la Scuola di Guglielmo Micheli, il Caffè Bardi e Bottega d’Arte’ è il sottotitolo di questa doppia mostra curata da Francesca Cagianelli e promossa da Fondazione Livorno – Arte e Cultura e Comune di Collesalvetti, che la ospitano nelle loro sedi principali.

Si tratta di un percorso monografico ma anche tematico di oltre 80 opere (con testimonianze inedite) dedicato a Gino Romiti (Livorno 1881 – 1967) e al cenacolo divisionista e simbolista formatosi nella Livorno tra il primo e il secondo decennio del XX secolo.

Si ripercorre così l’evoluzione stilistica dell’artista maturata grazie all’incontro con il belga Charles Doudelet e alla devozione tributata fin dal 1906 a Vittore Grubicy De Dragon, sullo sfondo dell’ondata spiritualistica che travolge i circuiti artistici cittadini.

In una Livorno attraversata dai miti dannunziani e dai racconti fantastici di Edgar Allan Poe tradotti da Charles Baudelaire, fondi marini e antichi giardini diventano per Romiti teatri di visioni spirituali, con sirene fluttuanti tra la flora e la fauna degli abissi. Così come i suoi parchi e angoli d’orto si trasformano in misteriosi labirinti dove è possibile intraprendere un percorso iniziatico.

Articolato in cinque sezioni, il vasto percorso espositivo ne presenta due a Livorno (dalla scuola di Micheli alla conversione al divisionismo di Segantini e Pellizza da Volpedo nel 1902-’04) e tre a Collesalvetti, con un affondo sulla produzione simbolista di Romiti.

Informazioni:

Orario: dal lunedì al venerdì su appuntamento (Livorno); tutti i giovedì 15.30-18.30 e su appuntamento (Collesalvetti).

Livorno – Fondazione Livorno, Piazza Grande, 23

Info e pren.: 0586.826133 – 339.8289470 – www.fondazionelivorno.it

Collesalvetti – Pinacoteca Comunale Carlo Servolini, Via Umberto I, 63

Info e pren.: 0586.980251 – 392.6025703 – pinacoteca@comune.collesalvetti.li.it – www.comune.collesalvetti.li.it


+2° Accelerazione pericolosa

dall’8 novembre al 16 aprile

Promossa e realizzata da Fondazione Livorno con la collaborazione di Fondazione Piaggio e Museo di Storia Naturale del Mediterraneo, la mostra affronta il drammatico tema del cambiamento climatico.

Con questa raccolta di foto, selezionate tra quelle scattate nei suoi numerosi viaggi intorno al mondo, Fabrizio Sbrana descrive la drammaticità dell’emergenza climatica. Avanza accuse e condanne ma soprattutto cerca di scuotere le coscienze.

Esposta una raccolta di oltre 30 immagini catturate dal fotoreporter Sbrana dagli anni ’80 fino ad oggi e stampate su lamina metallica di grandi dimensioni. Insieme a questo nucleo, altre 300 fotografie vengono presentate in proiezione. Accelerazione pericolosa è quella che subiscono i cambiamenti del clima, è la velocità sempre più preoccupante con cui si manifestano.

Frane, alluvioni, erosioni costiere, inondazioni, siccità… Gli esperti non parlano più di “cambiamento”, preferiscono parlare di crisi climatica. Sbrana ci mostra i ghiacciai che si sgretolano e i poveri nella disperata ricerca d’acqua per sopravvivere. Entra nelle ferite della terra, tra laghi diventati croste di sale, tra miseria infinita e business incontrollato.

Informazioni:

Orario: tutti i giorni 9-13, martedì, giovedì, sabato e domenica anche 15-19, chiuso lunedì.

Livorno – Museo di Storia Naturale del Mediterraneo, Via Roma, 234

Info: 0586.266711 – www.musmed.provincia.livorno.it

Dettagli

Inizio:
1 Dicembre ore 8:00
Fine:
31 Gennaio 2023 ore 19:00
Categorie Evento:
,
Sito web:
Comments are closed.