Giacomo Carolei è il nuovo Leonardo Pieraccioni. Comico e cabarettista, attore in tv con "Piper 2" su Canale 5, al cinema con "Pigliami Così"

Eventi
669
0



E’ il nuovo Pieraccioni!
Non che ce ne fosse stato bisogno di un nuovo grande comico toscano, ma Prato ce l’ha dato e Piero Giarrizzo, il noto manager dell’agenzia I Can Fly, lo ha allevato. E con tanta cura, a giudicare dagli esiti tutt’altro che sconfortanti.
Giacomo Carolei è un attore comico e cabarettista da non molto sulla scena ma che si è fatto notare per la sua simpatia, spontaneità tutta toscana, la sua ironia (sempre tutta toscana) e la sua faccia da bravo ragazzo. Proprio come il nostro Leonardo Pieraccioni. Un clone dunque? Uno dei tanti tentativi di imitazione? No. Giacomo è un talento naturale, è se stesso così com’è. Del Pieraccioni ha la sua toscanità, forte, decisa, fiera.
A Livorno
lo scorso 13 giugno ha aperto Best Train 2008, spettacolo di musica e cabaret organizzato da Piero Giarrizzo che ha ospitato artisti del calibro di Gianluca Grignani, Paolo Ruffini, Mitche&Squalo, Ylenia di Radio105, Gatto Panceri, Andrea Agresti, Il Cavalier Bettazzi, Max de Angelis, Daniele Babbini e i Kif, spettacolo presentato dalla bellissima e bravissima Matilde Calamai ormai nota ai telespettatori di rtv38.
È bastata una sola apparizione live, qualche presenza negli ultimi due film di Pieraccioni, “Ti amo in tutte le lingue del mondo” e “Una moglie bellissima” che subito la televisione si è accorta di lui. Il prossimo inverno lo vedremo infatti fra i personaggi della nuova fiction Tv dei f.lli Vanzina “Piper 2” per Canale 5. Sarà un vizio ma Giacomo Carolei, ripercorrendo le orme del suo idolo Pieraccioni, come lui stesso dice con orgoglio tutto toscano, è anche regista. È infatti attualmente impegnato nella realizzazione del film “Pigliami così” che lo vede partecipare anche come attore insieme a Pamela Camassa, Enio Drovandi, Niki Giustizi e Sergio Forconi.
In bocca al lupo, Giacomo, il nuovo Pieraccioni.
Altre notizie su Giacomo Carolei le potete trovare sul suo sito www.giacomocarolei.it

Facebook Comments