Cosa c’è di bello al cinema

0
0
650x300_cinema

Dopo la doppietta blockbuster Spiderman-Pianeta delle Scimmie, questa settimana sono usciti tre film “minori” per budget, aspettative di incasso, accoglienza della critica: il primo è un discreto teen drama/sci-fi (Prima di Domani), il secondo è un war movie tratto da una storia vera, con protagonista Nicolas Cage (USS Indianapolis), il terzo è il remake in chiave comica della serie tv anni ’70 CHiPs.

Prima di domani (Before I fall)

prima di domaniRegia di Ry Russo-Young. Scritto da Maria Maggenti. Cast: Zoey Deutch, Halston Sage, Logan Miller, Elena Kampourish, Kian Lawley, Medalion Rahimi, Cynthy Wu, Erica Tremblay, Liv Hewson, Diego Boneta, Jennifer Beals, Nicholas Lea.

Quello che inizia come un teen movie incentrato sulla vita di un’adolescente popolare, si tinge di angoscianti sfumature drammatiche quando l’auto della protagonista finisce fuori strada. In Prima di domani, Sam (Zoey Dutch) rimane intrappolata in un ripetitivo vortice temporale, che la costringe a rivivere la stessa giornata fino al momento della sua morte. Nessun altro sembra accorgersi della preoccupante ripetizione di eventi, non il suo ragazzo perfetto, né le due migliori amiche. Per uscire dal loop temporale Sam dovrà indagare sul fenomeno per conto suo, capire quale parte della giornata modificare, quali comportamenti correggere e soprattutto a quali persone dedicare il tempo ridotto. Il tragico incidente potrebbe in fondo rivelarsi un’occasione preziosa per rimediare agli errori del passato e rimandare indietro l’orologio, o piuttosto mandarlo avanti.

Cosa se ne dice Su Rotten Tomatoes il film s’è guadagnato un approval rating del 67% calcolato su 96 recensioni, per una media voto di 5.8 su 10. Sul sito si legge che “Prima di domani è una storia già vista rinfrescata però da un punto di vista young adult e dalla bella interpretazione della stella nascente Zoey Deutch”. Su Metacritic Prima di domani ha ottenuto uno score di 58 su 100 basato sulle recensioni scritte da 31 critici, cioè “mixed or average reviews” (tradotto in italiano: così e così).

Abbey Bender di Uproxx ha scritto una recensione abbastanza positiva del film, lodando in particolare la regia di Ry Russo-Young: “Prima di domani finisce in maniera deludente, con un sacrificio che pare eccessivamente calcato. Ma prima di questo finale ci sono tante scene che raccontano in maniera appassionate la natura lussureggiante e l’adolescenza femminile”. AllMovie ha dato al film 2 stelle e mezzo su 5, mentre Susan Wloszczyna di rogerebert.com ne ha scritto una recensione molto positiva, chiusa dall’ottimo voto di 3 stelle su 4.


USS Indianapolis

uss indianapolisRegia di Mario Van Peebles. Scritto da Cam Cannon, Richard Rionda Del Castro. Cast: Nicolas Cage, Tom Sizemore, Thomas Jane, Matt Lanter, Weronika Rosati, Brian Presley, Emily Tennant, Callard Harris, Johnny Wactor.

Durante la Seconda Guerra Mondiale la USS Indianapolis si distingue come uno degli incrociatori più veloci e temuti della marina americana e sotto il comando del valoroso capitano Charles McVay (Nicolas Cage) il suo equipaggio combatte con coraggio le più importanti battaglie sul fronte del Pacifico. Nel luglio 1945 a McVay e ai suoi marinai viene affidata una missione top secret: operare in gran segreto il trasporto di una delle due bombe atomiche che metteranno fine alla guerra. Ma durante la traversata la USS Indianapolis viene affondata dall’attacco di un sommergibile giapponese. Vista la segretezza della missione la nave non viene data per dispersa e il suo equipaggio abbandonato per 5 interminabili giorni nel Mare delle Filippine infestato di squali. Dei 1197 membri dell’equipaggio solo 317 uomini vengono ritrovati ancora in vita da un velivolo della US Navy durante un normale volo di pattugliamento. Per nascondere le proprie colpe agli occhi dell’opinione pubblica, qualche mese dopo il disastro il Governo degli Stati Uniti chiama McVay a giudizio davanti la Corte Marziale. La tragedia dell’Indianapolis e il processo a McVay restano una delle pagine più drammatiche della storia militare americana.

Cosa se ne dice Alla critica americana il film non è piaciuto granché. Frank Scheck di The Hollywood Reporter lo ha definito “abborracciato” con effetti speciali “eccessivi e poco convincenti” (il critico ha paragonato gli squali che si vedono USS Indianapolis a quelli visti nella serie di film per la tv Sharknado, prodotti a basso budget e alta demenzialità). Glenn Kenny di RogerEbert.com ha scritto che è strano che una storia così straziante arrivi sul grande schermo solo ora, aggiungendo poi che il film non è “proprio inguardabile” ma che non è neanche “proprio degno di essere visto” a causa di “pigre disattenzioni ai dettagli storici”. Alla fine della sua recensione, Kenny ha definito USS Indianapolis “due ore abbondanti imbranate e compiacenti”. Neil Genzlinger del The New York Times ha criticato la “indelicatezza” del film nel raccontare una storia “al limite del credibile”, definendo “fiacche” le storyline secondarie dedicate ai singoli personaggi, “deboli” gli effetti speciali, “rigido” il racconto.


CHiPS

chipsScritto e diretto da Dax Shepard. Cast: Michael Peña, Dax Shepard, Kristen Bell, Rosa Salazar, Adam Brody, Jessica McNamee, Ryan Hansen, Vincent D’Onofrio, David Koechner, Michael K. Williams, Justin Chatwin, Clay Cullen, John Duff, Merrin Dungey, Ben Falcone.

Scritto, diretto e interpretato da Dax Shepard, CHiPs è il remake sguaiato, comico-demenziale della serie tv culto degli anni ’70. Jon Baker (Shepard) e Frank “Ponch” Poncherello (Michael Peña) si arruolano per motivi diversi tra le forze della California Highway Patrol (CHP) di Los Angeles. Il novellino Baker, ex motociclista professionista, dopo una serie di infortuni e la perdita degli sponsor che hanno dato slancio alla sua carriera, sta tentando di lasciarsi alle spalle le spericolate acrobazie su due ruote e trasformare il talento sportivo in una vera professione. Decide così di abbandonare i circuiti sterrati per le strade asfaltate, di inforcare un nuovo modello di motocicletta e rispettare i limiti di velocità. Che questo non riesca a salvare anche il suo matrimonio a pezzi? Il partner che gli viene assegnato, Ponch (che nella serie era interpretato da Erik Estrada) è un agente FBI sotto copertura, infiltrato per verificare la presenza di agenti corrotti e invischiati in una recente rapina multimilionaria. La recluta inesperta e il temprato professionista dovranno sforzarsi di fare squadra, nonostante la loro diversità sia frequente motivo di scontri al sapore di battutine sconce. Ma l’abilità di Baker sulle due ruote e l’esperienza di Ponch in strada potrebbero essere la chiave di una collaborazione altresì vincente.

Cosa se ne dice Su Rotten Tomatoes, CHiPs ha un approval rating del 16% calcolato su 93 recensioni per un voto medio di 3.6 su 10. Sul sito si legge che “il film abbandona la tenera innocenza dell’originale televisivo, usandone la premessa poliziesca come sfondo per gag mediocri […]”. Su Metacritic il film s’è guadagnato un punteggio di 28 su 100 basato sulle recensioni scritte da 26 critici, cioè “generally unfavorable reviews”.

Owen Gleiberman di Variety ha definito il film pigro e zeppo di cliché: “I modelli a cui questo film avrebbe dovuto ispirarsi è 21 Jump Street e il suo sequel, i cui registi (Phil Lord e Cristopher Miller) sanno come si passa dalla commedia al thriller al demenziale. Shepard si limita a buttare battute esasperate (ed esasperanti) su una trama generica e azione esagerata, come se stesse servendo gli déi della action comedy infilando tutti gli ingredienti soliti del genere in un frullatore e pigiando il tasto “‘purée'”. Su RogerEbert.com, Simon Abrams ha dato al film mezza stella su quattro, criticandone le battute volgari: “Perché a chi serve l’empatia, personaggi tridimensionali, buona azione o battute brillanti quando puoi spiare una donna mentre ripaga un personaggio indegno con del sesso oggettificante?”

Facebook Comments